Il futuro (e il presente) del Parco dell'Alta Murgia

  “Parco Nazionale dell’Alta Murgia: Quale Futuro?”

  Venerdì 22 gennaio 2010 presso Caffè degli Artisti, piazza di Vagno – Corato ore 19,30

    A cinque anni dall’istituzione del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, si sta aprendo una nuova stagione di forte opposizione all’area protetta nazionale.

Ancora una volta, la protesta che sta interessando anche alcune amministrazioni comunali si sta legando ad interessi speculativi e fondati su un modello di sviluppo invasivo e finalizzato allo sfruttamento del territorio. Legambiente Circolo di Corato e sezione cittadina di Sinistra Ecologia e Libertà hanno organizzato una serata di discussione per ribadire le ragioni che hanno portato all’istituzione dell’Area Protetta e per discutere sugli scenari futuri di sviluppo e di rilancio del Parco quale elemento di traino per uno sviluppo sostenibile, legato alle produzioni di qualità ed al turismo.     Interverranno:   Teresa Caputo – Sinistra Ecologia e Libertà Corato   Michele Di Lorenzo – Vice Presidente Ente Parco   Aldo Fusaro – Direttore Regionale Legambiente Puglia   Michele Ventricelli – Consigliere Regionale Sinistra Ecologia e Libertà         In allegato, la locandina dell'iniziativa il futuro (e il presente) del Parco dell'Alta Murgia , organizzata da Sinistra, Ecologia e Libertà e Legambiente,circolo di Corato,  che si terrà venerdì 22 gennaio a Corato dalle ore 19,30, presso lo spazio esterno (coperto e riscaldato) del Caffè degli artisti, in piazza Di Vagno. Il tema, di strettissima attualità, è stata pianificata per fare iinformazione e il punto della situazione del nostro territorio.   Si invita alla massima diffusione e alla partecipazione.   L'ufficio stampa di Legambiente     Il circolo Legambiente di Corato sostiene la realizzazione di  pozzi in Niger nella zona  Gourmancé (sud-ovest). Puoi sostenere l'iniziativa attraverso bonifico bancario sul conto di SMA SOLIDALE ONLUS, Cod. IBAN: IT57 A061 7501 4170 0000 1838 280, presso la Banca CARIGE Agenzia 117, via Timavo 92/R GENOVA o effettuare il versamento sul CCP (conto corrente postale) n° 944 445 93, intestato a: SMA Solidale Onlus, Via Romana di Quarto, 179 - 16148 Genova indicando nella causale "per progetto Pozzi in Niger, cod S010". Per info:     www.missioni-africane.org  o www.legambientecorato.it

Elezioni regionali e nucleare

  Elezioni regionali e nucleare  

Legambiente Puglia chiede: “Una centrale nella mia regione, sì o no? Serve chiarezza. I candidati dichiarino prima delle elezioni la loro posizione”   “Una centrale nucleare nella mia regione, sì o no?”.

Questo il quesito che Legambiente rivolge a tutti i canditati alle prossime elezioni regionali, sollecitando una risposta immediata, in modo da garantire un confronto trasparente e democratico sul rilancio del nucleare in Italia. Infatti, più si avvicina la data delle elezioni amministrative di marzo e più il Governo nasconde quali saranno i cinque, otto, dieci siti, destinati a ospitare i nuovi impianti nucleari nel nostro Paese. Non solo il numero esatto è ancora scritto sulla sabbia, ma l’approccio nuclearista del Governo sembra scemare approssimandosi il confronto diretto col territorio. Le Regioni hanno un ruolo essenziale nella definizione delle politiche energetiche del nostro Paese, tant’è che undici di loro (Lazio, Marche, Umbria, Basilicata, Puglia, Calabria, Toscana, Liguria, Emilia Romagna e Piemonte, Campania) hanno avanzato ricorso alla Corte Costituzionale nei confronti della norma varata dal Governo. Ma non è sufficiente. “Nonostante la Regione Puglia abbia varato la legge per dichiararsi denuclearizzata, -dichiara Francesco Tarantini, Presidente di Legambiente Puglia- il Governo prevede la possibilità di avviare la costruzione di una centrale nucleare o di un impianto di trattamento di scorie anche in presenza di un parere contrario delle istituzioni locali e delle regioni interessate, militarizzando inoltre i siti scelti. Proprio alla luce dell’opposizione del Governo al no della Puglia, -incalza Tarantini- un tema scottante come questo non può essere escluso dai programmi dei candidati governatori della Regione: i cittadini non possono escludere la questione atomica dalle loro valutazioni. Gli elettori devono conoscere le posizioni di coloro che stanno per delegare a governare il territorio”.         Il circolo Legambiente di Corato sostiene la realizzazione di  pozzi in Niger nella zona  Gourmancé (sud-ovest). Puoi sostenere l'iniziativa attraverso bonifico bancario sul conto di SMA SOLIDALE ONLUS, Cod. IBAN: IT57 A061 7501 4170 0000 1838 280, presso la Banca CARIGE Agenzia 117, via Timavo 92/R GENOVA o effettuare il versamento sul CCP (conto corrente postale) n° 944 445 93, intestato a: SMA Solidale Onlus, Via Romana di Quarto, 179 - 16148 Genova indicando nella causale "per progetto Pozzi in Niger, cod S010". Per info:      www.missioni-africane.org  o www.legambientecorato.it

Convocazione assemblea dei soci

  A tutti soci del Circolo Legambiente Corato    

Corato, 10 gennaio 2010  

Oggetto: Convocazione Assemblea soci.  

Cari amici, care amiche “Posizioni o competenze?” questo è il tema scelto quest’anno dalla Direzione Nazionale per festeggiare i primi 30 anni di vita di Legambiente. Già, posizioni o competenze sono due parole fondamentali che ben delineano la strada su cui si è sempre mossa Legambiente in questi anni: da un lato le competenze che sono il perno centrale di tutte le nostre azioni e dall’altro la capacità di prendere posizioni sulle questioni senza ambiguità, ma con uno sguardo libero da posizioni ideologiche o precostituite, cercando sempre di promuovere lo sviluppo della cultura e la tutela del paesaggio come recita l’art.9 della nostra Costituzione. Anche il nostro circolo, che con il Tesseramento 2010 compie i suoi primi 20 anni di storia, ha sempre svolto la sua azione cercando sempre di proporre un punto di vista originale e capace di stimolare quella coscienza civile legata al rispetto del territorio. Pertanto, all’inizio di questo nuovo anno associativo così importante, mi sembra opportuno organizzare un’assemblea durante la quale poter discutere sul futuro della nostra associazione, le prossime iniziative su questioni importanti come il PUG, parcheggio interrato, rifiuti e raccolta differenziata, e poter pianificare iniziative per festeggiare il nostro ventennale. Inoltre, l’assemblea è anche il momento per poter procedere al rinnovo della tessera.   Colgo l’occasione per invitarvi venerdì 22 gennaio all’incontro organizzato in collaborazione con il gruppo cittadino di Sinistra Ecologia e Libertà per parlare del Parco dell’Alta Murgia e sul futuro di questa importante aree protetta nazionale. Interverranno: Michele Ventricelli – Consigliere regionale e Michele Di Lorenzo – Vice presidente del Parco. L’incontro comincerà alle 19,30 presso il Caffè degli Artisti in Piazza di Vagno. Durante l’Assemblea approveremo anche il bilancio del 2009 ed alcune modifiche allo statuto del circolo richieste dall’Agenzia delle Entrate per l’adeguamento alle nuove normative in materia di associazioni di volontariato.   L’assemblea è convocata per Domenica 21 Febbraio 2010 presso la sede del circolo in Via Santorno, 11 (nei pressi di via XXIV Maggio) in prima convocazione alle ore 8,30 ed in seconda convocazione alle ore 10,00 con il seguente ordine del giorno: 1)      Approvazione modifiche dello statuto; 2)      Approvazione Bilancio 2009; 3)      Pianificazione prossime iniziative; 4)      Varie ed eventuali.   Sicuro della vostra partecipazione Cordiali Saluti.                                                               Il Presidente Aldo Fusaro P. S. Per eventuali informazioni e comunicazioni potete contattarmi .   Il circolo Legambiente di Corato sostiene la realizzazione di  pozzi in Niger nella zona  Gourmancé (sud-ovest). Puoi sostenere l'iniziativa attraverso bonifico bancario sul conto di SMA SOLIDALE ONLUS, Cod. IBAN: IT57 A061 7501 4170 0000 1838 280, presso la Banca CARIGE Agenzia 117, via Timavo 92/R GENOVA o effettuare il versamento sul CCP (conto corrente postale) n° 944 445 93, intestato a: SMA Solidale Onlus, Via Romana di Quarto, 179 - 16148 Genova indicando nella causale "per progetto Pozzi in Niger, cod S010". Per info:     www.missioni-africane.org  o www.legambientecorato.it

Corato: Festa dell’Albero 2009

Corato:Festa dell'albero 2009 “Per annullare la CO2…Ci vuole un albero!”

  Basta piantare un solo albero per compensare la produzione di 700 Kg di CO2, pari a quella emessa per produrre un quotidiano con inserto settimanale per 1 anno. 20 nuovi alberi ne smaltiscono addirittura 14 tonnellate, le stesse prodotte dal consumo annuo di elettricità di un ufficio con 10 dipendenti. E, se ognuno di noi piantasse un nuovo arbusto,una pianta o un albero sul proprio balcone e nei giardini ?  La nostra piccola sfida parte da piccoli gesti che possono creare azioni virtuose e sostenibili. Piantare un albero e regalare all’ambiente nuovo prezioso ossigeno per compensare l’eccesso di emissioni di Co2 e contribuire alla lotta contro i cambiamenti climatici. Un’edizione speciale che per i suoi 15 anni si affianca ad un testimonial d’eccezione: madrina di Festa dell’Albero 2009 sarà a livello nazionale, infatti, la scrittrice Susanna Tamaro. L’appuntamento a Corato è per venerdì mattina 4 dicembre alle ore 10,30 su via Faustina Kolwalska in prossimità della statua dedicata a Sant’Annibale Maria di Francia,nelle vicinanze della scuola superiore di I grado "Imbriani", sarà piantato un albero di carrubo. Questa pianta originaria del bacino meridionale del Mediterraneo. Diffuso nell'Italia meridionale.La produzione di frutti per albero e' molto grande. La polpa dolce di questo frutto, noto sin dalla piu' remota antichita', e' abbastanza nutriente per cui certi popoli ne fecero, un tempo, una parte importante della loro dieta. La polpa fresca e' assai gradevole e ha un'azione leggermente lassativa; secca, al contrario, e' astringente. Dalla fermentazione, si puo' ricavare alcol, mentre i semi forniscono appretti e gomme d'impiego industriale. Inoltre on le carrube si preparano mangimi per gli animali; dalla scorza e dalle foglie si possono estrarre tannini. “La festa dell’albero ci introduce al vertice di Copehangen,dove i vari Stati dibatteranno le azioni per difendere il pianeta dall’effetto serra. –ha dichiarato Aldo Fusaro,presidente del circolo di Corato. “ Proporre alla cittadinanza ed alle istituzioni azioni semplici,chiare e costruttive significa far partire dal basso la difesa dell’ambiente attivando attività sostenibile e stili di vita positivi. Presto proporremo nuovi eventi a livello locale per spiegare alla popolazione l’importanza del vertice danese e di come dal basso si possono creare metodiche positive”. Diminuiamo il nostro impatto sull’ambiente, piantando alberi:   Quanti alberi piantare… …per compensare la CO2 prodotta…   1 albero …da un quotidiano con inserto settimanale per 1 anno (700 Kg di CO2)   2 alberi …da un pendolare che in un anno effettua 200 volte una tratta di 150 km complessivi A/R in treno (1,4 ton di CO2)   3 alberi …dal consumo annuo di elettricità di 3 persone che vivono insieme (1,7 ton di CO2)   9 alberi …dal un pendolare che in un anno effettua 200 volte una tratta di 150 km complessivi A/R in auto (6 ton di CO2)   20 alberi …dal consumo annuo di elettricità in un ufficio con 10 dipendenti (14 ton di CO2)  L'ufficio stampa del circolo. Il circolo Legambiente di Corato sostiene la realizzazione di  pozzi in Niger nella zona  Gourmancé (sud-ovest). Puoi sostenere l'iniziativa attraverso bonifico bancario sul conto di SMA SOLIDALE ONLUS, Cod. IBAN: IT57 A061 7501 4170 0000 1838 280, presso la Banca CARIGE Agenzia 117, via Timavo 92/R GENOVA o effettuare il versamento sul CCP (conto corrente postale) n° 944 445 93, intestato a: SMA Solidale Onlus, Via Romana di Quarto, 179 - 16148 Genova indicando nella causale "per progetto Pozzi in Niger, cod S010". Per info:  www.missioni-africane.org  o www.legambientecorato.it  

Informazioni aggiuntive