Iniziative del Comitato Acqua Bene Comune di Corato

Iniziative del Comitato Acqua Bene Comune di Corato

Per continuare a sensibilizzare la cittadinanza e le istituzioni  

Nel corso dei precedenti mesi in Puglia sono state raccolte 105.000 firme per difendere l’acqua pubblica,la  Regione Puglia e  i Movimenti per l'Acqua Bene Comune avevano scritto, dopo un tavolo tecnico, una legge che permettesse la ripubblicizzazione dell'AqP a beneficio di tutti i pugliesi. Il disegno di legge era pronto già nel dicembre 2009 ed era evidente a tutti, che si andava in direzione opposta rispetto all'impianto “privatizzatorio” della legislazione nazionale .La scorsa Giunta Regionale votò all’unanimità in favore del disegno di legge, facendo una precisa scelta politica. In un primo momento, fu promesso che il disegno di legge sarebbe stato approvato in Consiglio regionale entro la fine della passata legislatura, ma così non è stato. In seguito, fu promesso, che il disegno di legge sarebbe stato approvato in Consiglio regionale entro i primi cento giorni dell’attuale legislatura, ma così non è stato. Oggi, assistiamo all’ennesima beffa: il disegno di legge pugliese non è stato ancora approvato. Inoltre, in commissione consiliare è stato proposto un ordine del giorno con il quale congelare gli effetti della Legge Regionale di trasformazione in Ente di Diritto Pubblico dell’Acquedotto  Pugliese. Una Legge che se approvata non verrà applicata. Pertanto, è previsto un presidio a Bari sabato 4 dicembre in Piazza Umberto alle ore 16 in cui saranno presenti tutti i comitati civici e i cittadini per promuovere la Giornata contro la privatizzazione dell’acqua! Il comitato cittadino di Corato si riunirà giovedì 9 alle ore 20,30 presso la sede del circolo Legambiente, in via Santorno,11,per organizzare nuove iniziative locali di sensibilizzazione. Sono invitati tutti i cittadini,i gruppi e le associazioni sensibili a difendere l’Acqua come Bene Comune.       Il comitato Acqua Bene Comune di Corato                                    

Settimana europea per la riduzione dei rifiuti

 

Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti  

Domenica 28 novembre ore 10,00 in Via Duomo banchetto informativo dedicato a due importanti iniziative :   “Libera il Campo” il progetto dedicato al tema dei rifiuti in agricoltura e “Ridurre si può” la campagna nazionale dedicata alla riduzione dei rifiuti  

In occasione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, il circolo Legambiente di Corato organizza per domenica 28 novembre un banchetto informativo sui temi della gestione integrata dei rifiuti. In particolare, sarà presentata la campagna di Legambiente “Ridurre si può”, dedicata alla riduzione dei rifiuti e finalizzata a sensibilizzare istituzioni e cittadini al Principio delle 4 R : riduzione, riciclo, riuso e recupero di energia. Il banchetto sarà l'occasione per rilanciare la petizione “Stop ai sacchetti di plastica”, con cui è stato chiesto al ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare di impegnarsi a non prorogare ulteriormente, oltre il 31 dicembre 2010, il divieto di commercializzazione di sacchi non biodegradabili. Infatti, i sacchetti di plastica utilizzati nei negozi e nei supermercati costituiscono un grave problema d’inquinamento ambientale diffuso in tutto il mondo. Consumiamo in Italia circa 20 miliardi di buste all’anno, assicurando così al nostro paese la maglia nera europea. Al banchetto sarà possibile partecipare a “Vota il sacco” l’inedito referendum attraverso il quale i consumatori potranno scegliere quale soluzione, alternativa al sacchetto di plastica, preferiscono tra la borsa riutilizzabile, il sacchetto di carta e lo schopper biodegradabile. La giornata sarà dedicata anche al tema dei rifiuti in agricoltura e verrà presentato a Corato il  progetto “Libera il Campo” promosso da Ifoa e Legambiente. Scopo principale del progetto  è quello di sensibilizzare ed informare gli operatori del settore sui contenuti del Protocollo di Intesa per la gestione dei rifiuti agricoli promosso nel febbraio 2009 dalla Provincia di Bari. La finalità principale del progetto è favorire la riduzione in entrata e la diffusione della raccolta differenziata dei rifiuti agricoli, in particolare di  natura plastica, al fine di immetterli nei corretti circuiti di smaltimento e riciclaggio. Inoltre, si vuole anche  diffondere l’istituzione del SISTRI (Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti) nato nel 2009 su iniziativa del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare per permettere l’informatizzazione dell’intera filiera dei rifiuti speciali a livello nazionale, semplificare le procedure e gli adempimenti riducendo i costi per le imprese e gestisce in modo innovativo ed efficiente un processo complesso garantendo maggiore trasparenza, conoscenza e prevenzione dell’illegalità. A partecipare all’iniziativa sono stati invitati Franco Caputo - Assessore all’Agricoltura della Provincia di Bari e Ignazio Salerno - Assessore all’Ambiente ed all’Agricoltura del Comune di Corato. L’Ufficio Stampa di Legambiente circolo di Corato         Il circolo Legambiente di Corato sostiene la realizzazione di  pozzi in Niger nella zona  Gourmancé (sud-ovest). Puoi sostenere l'iniziativa attraverso bonifico bancario sul conto di SMA SOLIDALE ONLUS, Cod. IBAN: IT57 A061 7501 4170 0000 1838 280, presso la Banca CARIGE Agenzia 117, via Timavo 92/R GENOVA o effettuare il versamento sul CCP (conto corrente postale) n° 944 445 93, intestato a: SMA Solidale Onlus, Via Romana di Quarto, 179 - 16148 Genova indicando nella causale "per progetto Pozzi in Niger, cod S010". Per info :   www.missioni-africane.org  o www.legambientecorato.it  

Comuni RICICLONI PUGLIA 2010

Comuni Ricicloni Puglia 2010 

Si terrà lunedì prossimo  alle ore 10,00 la presentazione della terza edizione di "Comuni Ricicloni Puglia 2010",in cui la Legambiente, premia i comuni che si sono maggiormente distinti nella raccolta differenziata, sempre a Bari presso l'Hotel Excelsior lunedì 29 novembre p.v. .

Si invita alla massima diffusione ed alla partecipazione. Si allega la locandina della manifestazione.    

L'ufficio stampa di Legambiente  

  Il circolo Legambiente di Corato sostiene la realizzazione di  pozzi in Niger nella zona  Gourmancé (sud-ovest).

Puoi sostenere l'iniziativa attraverso bonifico bancario sul conto di

SMA SOLIDALE ONLUS,

Cod. IBAN: IT57 A061 7501 4170 0000 1838 280,

presso la Banca CARIGE Agenzia 117, via Timavo 92/R GENOVA

o effettuare il versamento sul CCP (conto corrente postale) n° 944 445 93,

intestato a: SMA Solidale Onlus, Via Romana di Quarto, 179 - 16148 Genova

indicando nella causale "per progetto Pozzi in Niger, cod S010".

 

Per info :   www.missioni-africane.org  o www.legambientecorato.it

PISTE CICLABILI: A CHE PUNTO E’ LA SPERIMENTAZIONE

PISTE CICLABILI: A CHE PUNTO E’ LA "SPERIMENTAZIONE" ?

Un incontro pubblico per discutere   Corato è oggi un paese dinamico e in continua crescita e, come tale, necessita di un totale ripensamento in termini di trasporti e mobilità.

E’ necessario convertire gli spostamenti in auto private con altre modalità eco-compatibili, veloci e poco ingombranti. Ormai tutte le più grandi città del mondo hanno individuato nella bici il mezzo che soddisfa queste esigenze. Il comune di Corato, con la progettazione e la costruzione delle prime piste ciclabili della nostra città, sembra averlo capito. Alcuni mesi dopo la loro realizzazione è giunto il momento di tracciare un primo bilancio di queste piste che l’amministrazione comunale aveva definito “sperimentali” e di definire delle strategie per il futuro. A nostro avviso questa prima fase sembra avere avuto un discreto successo. Basta recarsi alla stazione della Bari nord per constatare il cospicuo aumento di bici parcheggiate presso le rastrelliere, anche nel periodo invernale. Chi utilizza la bici per i propri spostamenti avrà sicuramente apprezzato i vantaggi delle attuali piste. Ora, ad esempio, le bici non sono più costrette a incolonnarsi dietro le auto nelle principali arterie di traffico, ma hanno una corsia preferenziale su cui muoversi più velocemente senza dover fare lo slalom tra le auto o rischiare di ricevere una portierata in faccia dai veicoli in sosta.  E’ certo però che quanto fatto non possa che essere l’inizio di un totale ripensamento della mobilità nella nostra città. Infatti, è necessario risolvere le tante questioni ancora legate alle piste e inserirle in un più ampio e organico modello di sviluppo della città,anche nel campo della mobilità. Tra l’altro, non sono ancora dotate di cordolo, permettono di spostarsi solo in una direzione e hanno un’estensione limitata. Mancano ancora i dispositivi di parcheggio e, soprattutto, è carente  una campagna di sensibilizzazione e di educazione dei cittadini. Insomma, non basta tracciare delle strisce di vernice sull’asfalto per cambiare Corato. Pensiamo sia utile e necessario aprire una fase di discussione con i cittadini, anche considerando i limiti evidenziati dalle attività commerciali che sulla pista si affacciano, cercando soluzioni condivise e soprattutto durature ed efficienti. A tal proposito, martedì 23 p.v. è indetta alle ore 20.30 presso la sede cittadina di Legambiente,in via Santorno,11, in un’assemblea pubblica per raccogliere proposte e rilanciare il progetto delle piste ciclabili.        Rete civica per le piste ciclabili e Legambiente circolo di Corato     Il circolo Legambiente di Corato sostiene la realizzazione di  pozzi in Niger nella zona  Gourmancé (sud-ovest). Puoi sostenere l'iniziativa attraverso bonifico bancario sul conto di SMA SOLIDALE ONLUS, Cod. IBAN: IT57 A061 7501 4170 0000 1838 280, presso la Banca CARIGE Agenzia 117, via Timavo 92/R GENOVA o effettuare il versamento sul CCP (conto corrente postale) n° 944 445 93, intestato a: SMA Solidale Onlus, Via Romana di Quarto, 179 - 16148 Genova indicando nella causale "per progetto Pozzi in Niger, cod S010". Per info :   www.missioni-africane.org  o www.legambientecorato.it

Informazioni aggiuntive