Notizie Notizie

Il Protocollo di Kyoto: Stati Aderenti

Il Protocollo di Kyoto: Stati Aderenti
Elenco degli Stati aderenti al protocollo
 
 

Stati firmatari e aderenti al protocollo di Kyoto

Nazione

Firma protocollo

Adesione

Antigua e Barbuda

16-03-1998

3-11-1998

Argentina

16-03-1998

28-9-2001

Armenia

---

25-4-2003

Australia

29-4-1998

NO

Austria

29-4-1998

31-5-2002

Azerbaigian

---

28-9-2000

Bahamas

---

9-4-1999

Bangladesh

---

22-10-2001

Barbados

---

7-8-2000

Belgio

29-4-1998

31-5-2002

Benin

---

25-2-2002

Bhutan

---

26-8-2002

Bolivia

9-7-1998

20-11-1999

Botswana

---

8-8-2003

Brasile

29-4-1998

23-8-2002

Bulgaria

18-9-1998

15-8-2002

Burundi

---

8-10-2001

Cambogia

---

22-8-2002

Camerun

---

28-8-2002

Canada

29-4-1998

17-12-2002

Rep. Ceca

23-11-1998

15-11-2001

Cile

17-6-1998

26-8-2002

Cina

29-5-1998

30-8-2002

Cipro

---

16-7-1999

Colombia

---

30-11-2001

Cook

16-9-1998

27-8-2001

Corea del Sud

25-9-1998

8-11-2002

Costarica

27-4-1998

9-8-2002

Croazia

11-3-1999

NO

Cuba

15-3-1999

30-4-2002

Danimarca

29-4-1998

31-5-2002 (1)

Rep. Dominicana

---

12-2-2002

Ecuador

15-1-1999

13-1-2000

Egitto

15-3-1999

NO

El Salvador

8-6-1998

20-11-1998

Estonia

3-12-98

14-10-2002

Figi

17-9-1998

17-9-1998

Filippine

15-4-1998

NO

Finlandia

29-4-1998

31-5-2002

Francia

29-4-1998

31-5-2002

Gambia

---

1-6-2001

Georgia

---

16-6-1999

Germania

29-4-1998

31-5-2002

Ghana

---

30-5-2003

Giamaica

---

28-6-1999

Giappone

28-4-98

4-6-2002

Gibuti

---

12-3-2002

Giordania

---

17-1-2003

Gran Bretagna

29-4-1998

31-5-2002

Grecia

29-4-1998

31-5-2002

Grenada

---

6-8-2002

Guatemala

10-7-1998

5-10-1999

Guinea

---

7-9-2000

Guinea Equatoriale

---

16-8-2000

Guyana

---

5-8-2003

Honduras

25-2-1999

19-7-2000

India

---

26-8-2002

Indonesia

13-7-1998

NO

Irlanda

29-4-1998

31-5-2002

Islanda

---

23-5-2002

Israele

16-12-1998

NO

Italia

29-4-1998

31-5-2002

Kazakistan

12-3-1999

NO

Kiribati

---

7-9-2000

Kirghizistan

---

13-5-2003

Laos

---

6-2-2003

Lesotho

---

6-9-2000

Lettonia

14-12-1998

5-7-2002

Liberia

---

5-11-2002

Liechtenstein

29-6-1998

NO

Lituania

21-9-1998

3-1-2003

Lussemburgo

29-4-1998

31-5-2002

Malawi

---

26-10-2001

Malaysia

12-3-1999

4-9-2002

Maldive

16-03-1998

30-12-1998

Mali

27-1-1999

28-3-2002

Malta

17-4-1998

11-11-2001

Marocco

---

25-1-2002

Marshall

17-3-1998

11-8-2002

Mauritius

---

9-5-2001

Messico

9-6-1998

7-9-2000

Micronesia

17-3-1998

21-6-1999

Moldavia

---

22-4-2003

Monaco

29-4-1998

NO

Mongolia

---

15-12-1999

Myanmar

---

13-8-2003

Namibia

---

4-9-2003

Nauru

---

16-8-2001

Nicaragua

7-7-1998

18-11-1999

Niger

23-10-1998

NO

Niue

8-12-1998

6-5-1999

Norvegia

29-4-1998

30-5-2002

Nuova Zelanda

22-5-1998

19-12-2002 (2)

Paesi Bassi

29-4-1998

31-5-2002

Palau

---

10-12-1999

Panama

8-6-1998

5-3-1999

Papua Nuova Guinea

2-3-1999

28-3-2002

Paraguay

25-8-1998

27-8-1999

Perù

13-11-1998

12-9-2002

Polonia

15-7-1998

13-12-2002

Portogallo

29-4-1998

31-5-2002

Romania

5-1-1999

19-3-2001

Russia

11-3-1999

21-10-2004

Salomone

29-9-1998

13-3-2003

Samoa

16-3-1998

27-11-2000

Santa Lucia

16-03-1998

20-8-2003

San Vincenzo e Grenadine

19-3-1998

NO

Senegal

---

20-7-2001

Seychelles

20-3-1998

22-7-2002

Slovacchia

26-2-1999

31-5-2002

Slovenia

21-10-1998

2-8-2002

Spagna

29-4-1998

31-5-2002

Sri Lanka

---

3-9-2002

Sudafrica

---

31-7-2002

Svezia

29-4-1998

31-5-2002

Svizzera

16-03-1998

9-7-2003

Tanzania

---

26-8-2002

Thailandia

2-2-1999

28-8-2002

Trinidad e Tobago

7-1-1999

28-1-1999

Tunisia

---

22-1-2003

Turkmenistan

28-9-1998

11-1-1999

Tuvalu

16-11-1998

16-11-1998

Ucraina

15-3-1999

NO

Uganda

---

25-3-2002

Ungheria

---

21-8-2002

Unione Europea

29-4-1998

31-5-2002

USA

12-11-1998

NO

Uruguay

29-7-1998

5-2-2001

Uzbekistan

20-11-1998

12-10-1999

Vanuatu

---

17-7-2001

Vietnam

3-12-1998

25-9-2002

Zambia

5-8-98

NO

 

 

Fonte:Wikipedia

Il Miele

 
Il Miele
Un mare di natura e di salute

Il miele è uno dei prodotti più naturali presenti sul mercato, è un alimento sano, ricco di qualità che ha tutto il sapore della natura. Le qualità nutrizionali sono tante, specie se è prodotto da azienda biologiche  ed è ben conservato al riparo dei raggi solari  ed in vasetti.

 

E’ un dolcificante salutare come tutti gli altri prodotti che derivano dall'alveare (polline, pappa reale...), ed è composto da una miscela di acqua e zuccheri  prevalentemente fruttosio e glucosio, immediatamente biodisponibili e metabolizzabili per le nostre attività di funzioni corporee. 

 

Il miele contiene molte vitamine B,C,K,enzimi e sali minerali che non si trovano in altri dolcificanti, ma purtroppo nella nostra alimentazione, anche se equilibrata, non si raggiungono mai le giuste dosi, però può dare lo stesso tanta energia immediatamente disponibile ,specie ai ragazzi, se consumato ogni mattina, per far fronte meglio le attività  scolastiche e  sportive.

 

Tutte queste sostanze nutritive  formano una “squadra vincente”anche contro le vicissitudini  delle stagioni e della salute in genere. Soprattutto,  ha un effetto disinfettante nell'intestino per il contenuto di perpenidi che non fanno sviluppare i batteri, proprio come gli antibiotici e ,inoltre, contiene flavonoidi che sono degli antiossidanti.

 

E’ facilmente solubile  in infusi e tisane, può anche essere utile  nei mesi caldi  per la presenza del fruttosio e glucosio, energia facilmente disponibile ed anche disintossicante per il fegato, inoltre, le vitamine del gruppo B sono indispensabili per l’azione metabolica .

 

E' per questo che 1 cucchiaino di miele al giorno, evita le malattie da raffreddamento da tempo immemorabile già lo si usava per calmare tosse e mal di gola.

 

Accanto a queste proprietà medicinali, che derivano dalle piante da cui le api prendono il polline, ci sono gi enzimi vitali che sono trasmessi dagli insetti stessi; questi sono sostanze che esercitano un estratto di giovinezza come l'acido glicolico e il collagene per questo motivo è anche utilizzato come crema di bellezza.

 

Il miele non è tutto uguale, si distingue dal sapore, dal colore, dalla densità e dalle proprietà terapeutiche che dipendono dal tipo di polline,che viene estratto dalle api. Inoltre viene anche distinto in MILLEFIORI o Monofora.

 

I Millefiori è quando le api estraggono il polline da piante di diverse specie. Il Millefiori viene diviso in due categorie: quello prodotto in pianura o quello prodotto in montagna, dove ci sono infinite ricchezze di coltivazioni che gli danno un miscuglio di pollini, ciascuno con le sue particolarità.

 

Il primo è raccolto anticipatamente, ha odore, gusto poco pronunciati ed è da tavola; il secondo è raccolto più tardi, è più scuro, aromatico con gusto più pronunciato,ottimo per essere combinato  con altri alimenti naturali  come latte,yogurt, dolci,tisane.

 

Il miele Millefiori di montagna è il più comune, il più integro, contiene più essenze protettive, è più ricco di oli essenziali, è l'ideale per i disturbi respiratori ed è anche il più naturale perché meno esposto all'inquinamento. Il Monoflora ,quando il polline è tratto da una sola pianta.

 

Gli aspetti da tenere in considerazione al momento dell’acquisto sono: l’origine botanica,la data e il luogo  di produzione e il termine di conservazione che non deve superare  i ventiquattro  mesi dall’estrazione dei fiori delle piante.

 

Se il miele è pastorizzato, ha qualità nutrizionali ridotte. Questo prodotto naturale è naturalmente cristallizzato  e dopo il trattamento diviene liquido. I mieli di accia , castagno ed abete sono naturalmente liquidi. Immergendo il miele a bagnomaria, tanto quanto basta,  si può ottenere il miele liquido in casa. 

 

 

 

 

Composizione chimica e valore energetico
per 100 gr. di parte di edibile:

 

Acqua 18,0 gr;

proteine 0,6 gr;

carboidrati 80,3 gr.;

fibra totale 80,3 gr;

Kcal 304/1270 KJ. (1 cucchiaino = 15 calorie).

Nuovo Organo Esecutivo

Il Comitato Direttivo Regionale di Legambiente, riunitosi il 1° luglio 2005 a Bari ha esaminato le diverse questioni ambientali che l´Associazione dovrà affrontare nei prossimi mesi in un quadro politico-istituzionale regionale radicalmente cambiato.

L´Associazione ripone molte speranze nella capacità della nuova Amministrazione Regionale di operare per il cambiamento e, in particolare per uno sviluppo ambientalmente e socialmente sostenibile. Siamo consapevoli che uno stato di cose molto pesante, maturato negli scorsi decenni, non si cambia da un giorno all´altro, ma sicuramente è possibile ed importante che si riescano a dare segnali concreti che esprimano la volontà di voler cambiare direzione.
A tal proposito Legambiente intende dare il proprio contributo di idee, competenze ed esperienze ed intende rafforzare la propria azione sul territorio regionale con interventi sempre più incisivi ed efficaci. I 45 circoli della regione sono una risorsa preziosa di idee e azioni concrete per la difesa dell´ambiente e per la proposta di un nuovo modello di sviluppo e più in generale di relazioni, che sia non solo il più possibile ecocompatibile, ma anche veramente pacifista e interculturale.
In questa situazione e per rendere l´Associazione più presente e attiva nella sua declinazione regionale, si è deciso di rinnovare la segreteria regionale anche per i sopraggiunti onerosi impegni di lavoro di alcuni dei suoi componenti. Il nuovo organo esecutivo comprende: Francesco Tarantini, Presidente, Vito Castoro, Direttore, nonché Jenny Iacovone, Mimmo Lobaccaro, Maurizio Manna, Mina Piazzo, Massimiliani Piscitelli.
Il Comitato Direttivo Regionale esprime il proprio ringraziamento alla Presidente uscente, avv; Giovanna Iacovone e ad Angela Lobefaro e Mariangela Cassano, ai quali chiede di non far mancare il loro prezioso contributo all´Associazione

Gravina - Altamura 2005: la marcia della Murgia

 
Sabato 14 maggio, ci siamo ritrovati con il gruppo di Legambiente di Corato e una parte del circolo di Molfetta. Ma, il nostro bus era pieno di giovani di volti freschi, con scarpe da trekking, ma parlando ci siamo accorti che eravamo di varie città: Molfetta, Andria, Barletta, Corato.
 
Quando abbiamo preso la strada provinciale per raggiungere Gravina, mentre l’autobus zigzagava tra le strade tortuose della Murgia varie tonalità di colori alternavano il paesaggio: il marrone della terra, varie tonalità di verde delle varie essenze spontanee o dei vari alberi da frutto, il bianco e il grigio delle pietre dalle varie forme e spessore, il succedersi delle varie casedde, di masserie e tratti di jazzi deserti.
 
Il vento accarezzava la verde erba che veniva pettinata dalle lievi folate e le ferule si muovevano con un ritmo danzante dal vento, sembravano tanti bastoncini conficcati tra i margini della strada. Siamo arrivati a Gravina abbiamo raggiunto il corteo. La vita espressa dalle mille sigle laiche, cattoliche, istituzionali e tanta, tantissima gente comune ,poi, dal colore delle varie espressioni della società….
 
Dai simboli delle associazioni e dei partiti, dai gonfaloni delle civiche amministrazioni. E’ la condivisione di un percorso che accomuna tutte le comunità : la tutela che possa conciliare la gestione della risorsa rurale con una prospetta di sviluppo ecocompatibile. C’era don Vitaliano Della Sala, sacerdote campano, fortemente impegnato sui temi del territorio e delle varie forme di marginalità.
 
L’abbiamo salutato ed abbiamo parlato con lui…. E’ arrivato all’improvviso Nichi Vendola seguito da una folla di gente che lo salutava e della gente comune che lo chiamava per nome. Ci siamo incolonnati, in mezzo ad una folla multicolore e,poi, il desiderio di partecipare insieme e di promuovere la pace, come espressione di un bisogno di vivere in un ecosistema a dimensione d’uomo, il bisogno di certezze e tante e tantissime speranze per il futuro….
 
Autovetture colorate, furgoni che diffondevano musica per i più giovani che camminavano ballando a ritmo di musica, gli scout che con le loro divise partecipavano in modo più composto, ma vivace. Diecimila partecipanti in vari modi hanno espresso questo bisogno, chi silenziosamente partecipava insieme con il proprio gruppo o individualmente, altri gridavano slogans con striscioni della realtà scolastica o associativa.
 
Erano presenti diverse realtà locali istituzionali con i propri gonfaloni, ma era assente la municipalità di Corato, tuttavia, erano intervenuti diverse realtà associative e scolastiche cittadine erano presenti con diverse realtà della società del terzo settore locale. Il parco rurale ta Murgia appartiene alle comunità dell’altopiano…
 
Ad Altamura il presidente della regione ha ribadito con forza il suo impegno per la Murgia. Siamo tornati e, nel corso del viaggio, abbiamo visto il sole tuffarsi tra le varie colline dell’altopiano murgiano, la stanchezza si faceva sentire, ma, la gioia di aver condiviso più di una marcia, più di un percorso, forse, prospettive nuove per la nostre comunità locali.

Le nostre attività viste dai periodici locali

Le nostre attività viste dai periodici locali

Dall'occhio acuto di Eventi&commenti.
 
 
 
 
 
 

Il circolo Legambiente di Corato sostiene la realizzazione di  pozzi in Niger nella zona  Gourmancé (sud-ovest).Puoi sostenere l'iniziativa attraverso bonifico bancario sul conto di SMA SOLIDALE ONLUS, Cod. IBAN: IT57 A061 7501 4170 0000 1838 280, presso la Banca CARIGE Agenzia 117, via Timavo 92/R GENOVA o effettuare il versamento sul CCP (conto corrente postale) n° 944 445 93, intestato a: SMA Solidale Onlus, Via Romana di Quarto, 179 - 16148 Genova indicando nella causale "per progetto Pozzi in Niger, cod S010". Per info:  www.missioni-africane.org o www.legambientecorato.it

 

 

 

Informazioni aggiuntive