Presentazione del libro Dammi la mano, Didi. Un’adozione.

Presentazione del libro Dammi la mano, Didi. Un’adozione.

Il circolo Legambiente di Corato presenta il volume di Michela Napoli per parlare di valori e sentimenti.

Il prossimo 20 maggio alle ore 18,00 il circolo di Legambiente Angelo Vassallo organizza la presentazione del volume Dammi la mano, Didi. Un’adozione. Scritto da Michela Napoli, pubblicato dalla Progedit presso la sala verde del Palazzo di città. L’evento rientra nel cartellone del Maggio dei libri della nostra città.

L’autrice dialogherà con Marianna D’Introno sui temi e gli argomenti presenti all’interno del romanzo. L’evento sarà introdotto da Giuseppe Faretra, presidente del circolo Legambiente Angelo Vassallo e da Gino Dato, editore Progedit.

E’ prevista a fine presentazione la firma copie.

Cos'è l'adozione? Che bisogni, quali esperienze e quali risorse spingono una coppia a intraprendere il percorso lungo e avventuroso che la porterà a incontrare il proprio bambino forse dall'altra parte del mondo? Marta e suo marito vorrebbero essere genitori e le peripezie della vita li portano a trovare la loro figlia in un orfanotrofio ad Abidjan, in Costa d'Avorio. La scelta di adottare, le lunghe attese dell'iter burocratico e, infine, l'incontro con Danielle e il suo Paese natale sono solo l'inizio di un viaggio che condurrà Marta a conoscere le profondità del sentimento materno. Un sentimento che nulla ha a che fare con la biologia ma che si nutre di quotidiana accoglienza. Danielle stessa però darà a Marta il più grande degli insegnamenti: amare sarà per lei un atto di fiducia che vince la paura. Piano piano, giorno dopo giorno Danielle si innamora della sua famiglia e impara a sentirsi figlia, così come Marta impara a sentirsi madre e ad accettare le sue fragilità. Prendendosi per mano ci si potenzia a vicenda, si è più forti e si va lontano, fin dove nemmeno riusciamo a immaginare.

“Sono diverse le motivazioni che ci hanno spinto alla presentazione del libro. Noi proponiamo nuovi modelli innovativi che possano compensare le questioni ambientali negative inevitabilmente prodotte dalle attività umane e dai comportamenti non sempre corretti – esordisce il presidente del Circolo Giuseppe Faretra. Noi vogliamo andare incontro agli obiettivi di Sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030. Nonostante i progressi, milioni di bambini e adulti rimangono esclusi dal sistema educativo. Le ragioni sono molteplici: povertà, discriminazione, disabilità, e conflitti. L’Agenda 2030 mira a colmare queste lacune, assicurando che ogni persona, indipendentemente dal proprio background, possa accedere a un’istruzione di qualità verso un’inclusione socioeconomica. Le disuguaglianze socio-economiche non devono impedire l’accesso all’istruzione – conclude il presidente. I 3 pilastri della sostenibilità sono: ambientale, economica e sociale. Questi tre pilastri furono menzionati per la prima volta proprio nel Rapporto Brundtland del 1987: sostenibilità ambientale, economica e sociale che sono le basi per uno sviluppo sostenibile.”

Il prossimo evento rientrante nel cartellone del Maggio dei libri è il 31 maggio sempre in sala verde alle ore 18,30 Domenico Carbone presenterà il volume Masserie dialogherà con Giuseppe Faretra.

Altre info sulle pagine social di Legambientecorato.

Escursione a oasi Campolattaro e Morcone

Escursione a oasi Campolattaro e Morcone

 

E' in fase di organizzazione un escursione aperta a soci e non all'oasi di Campolattaro e Morcon in provincia di Benevento per domenica 5 Maggio.

L’Oasi WWF del Lago di Campolattaro si trova all’interno di una Zona Speciale di Conservazione (ZSC – IT8020001) nei Comuni di Campolattaro e Morcone (BN). E’ inoltre una Zona di Protezione Speciale (ZPS IT8020015). L’aera si estende per circa 1.000 ettari e si trova in corrispondenza della valle alluvionale del fiume Tammaro.

Morcone si sviluppa a ventaglio lungo un monte alla cui sommità si notano gli importanti resti del castello medievale. Le varie strade, per lo più strette, tortuose e costituite da gradinate in pietra locale, si aprono fra le varie case.

Il Comune di Morcone, per le sue tradizioni storiche e per i meriti acquisiti dalla sua comunità, è stato insignito del titolo di Città con decreto del presidente della Repubblica del 4 maggio 1998. E' tra i borghi autentici d'Italia,

Partenza da Corato ore 6 ritorno in giornata entro le ore 20 circa. 

Quota di partecipazione: Soci , famiglie e studenti Euro 27. Non soci Euro 30.

Per informazioni e prenotazioni:

Legambiente-circolo Vassallo-Corato aps

Piazza Vittorio Emanuele,23 ogni martedi ore 19 -20,30.

Cell.3490070730 www.legambientecorato.it Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I minori devono essere accompagnati. E’ obbligatorio per tutti sottoscrivere una liberatoria.

Si consiglia vivamente attrezzatura per outdoor o trekking. Il pranzo è a sacco a carico di ciascun partecipante presso l'area attrezzata picnic all'interno della stessa oasi.

Oasi di Campolattaro

L’Oasi WWF del Lago di Campolattaro si estende per circa 1.000 ettari e si trova in corrispondenza della valle alluvionale del fiume Tammaro.Si tratta di un importante zona umida fondamentale costituita da una piana alluvionale sulla quale è stato creato un invaso artificiale sbarrando il fiume Tammaro. E’ presente un bosco igrofilo costituito prevalentemente da salici, pioppi e ontani; le aree palustri sono colonizzate dalla cannuccia di palude e dalla tifa. Le aree circostanti sono costituite da boschi misti di cerri e roverelle con presenza di vari aceri, ornielli, sorbi e carpini...L’avifauna è ricchissima: sono censite finora oltre 170 specie.

Morcone

Morcone è stata edificata su un insediamento sannita, di cui s'ignora il nome antico e del quale restano diverse testimonianze, e tratti del terrazzamento megalitico che circonda l'abitato, dai terreni all'interno del cui perimetro sono emersi numerosi frammenti ceramici di IV-III secolo a.C. Le varie strade, per lo più strette, tortuose e costituite da gradinate in pietra locale, si aprono fra le varie case.

Nel corso di un prossimo comunicato stampa saranno fornite ulteriori informazioni. 

Legambiente presenta un libro sulle Puglie

Legambiente presenta un libro sulle Puglie

La nostra regione ha una tradizione storica come meta e passaggio di viaggi e di tanti viaggiatori. Partendo dall'antichità mediante le vie romane passando per il "Grand tour "in cui uomini di cultura fino ai personaggi famosi europei e meno famosi ne hanno apprezzato e, tuttora, ammirano la cultura, la storia, l'ambiente, la cucina e, dobbiamo dirlo soprattutto, i pugliesi. Il viaggio è la metafora, per eccellenza, della vita umana e della conoscenza multisensoriale, che si rappresenta anche sotto forma di cammino, ma è anche esperienza dei luoghi e dell’altro,un rapporto con le eterogenità rispetto all’ambiente abituale di vita ed elaborazione di questa diversità.

Nel suo nuovo libro, "Viaggio nelle Puglie", edito da Rizzoli, lo scrittore Raffaello Mastrolonardo ci presenta un itinerario reale ed emozionale da nord a sud della regione,dalla costa all'interno con anticipazioni e digressioni,anche personali nelle tre zone della Puglia: Capitanata, Terra di Bari e Terra d'Otranto. Nel corso delle varie epoche tutti i popoli hanno lasciato tracce ancora oggi tangibili nelle varie parti della nostra regione. Giuseppe Faretra, presidente del Circolo Legambiente Angelo Vassallo presenterà il volume,insieme con l'autore giovedì 16 giugno presso la libreria Sonic- sita su Corso Mazzini, 8 a Corato alle ore 19,30. " Le guide di viaggio rappresentano anche un modo per valorizzare alcuni percorsi come il paradigma e la filosofia dello sviluppo sostenibile, da applicare anche al turismo. Queste richiamano l’attenzione sulla necessità di coniugare lo sviluppo economico con la conservazione dell’ambiente,della storia e della cultura in genere,ha esordito il presidente Giuseppe Faretra, con una maggiore attenzione alle condizioni sociali e culturali delle realtà interessate.Attraverso le pratiche turistiche che si realizzano nel corso della propria vita, gli individui accumulano esperienze attraverso il confronto con altri luoghi, altre persone, culture e situazioni diverse da quelle che sono loro familiari. Questa stratificazione di conoscenze e competenze turistiche è oggi di sempre maggiore interesse, poiché le prime generazioni composte da un numero significativo di membri. Di questa cultura è un esempio,fra gli altri pronunciamenti internazionali al riguardo, come il “Codice etico mondiale del turismo”, adottato dall’Organizzazione Mondiale del Turismo, nel 1999 e ratificato dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 2001.

La nostra regione è un grande giacimento storico-culturale-turistico attrattivo ancora da scoprire da nord a sud con una ricchezza naturalistica assolutamente indiscutibile. La Puglia per le sue peculiarità nel corso di questi ultimi anni sta attirando l'attenzione di cittadini e Media stranieri. All'interno di un'ottica di promozione del nostro territorio e di collaborazione con le varie realtà socioculturali della nostra città, il nostro circolo -ha concluso il presidente-ha accettato di buon grado la partecipazione all'evento".

Uscita ambientale a Palazzo San Gervasio

Uscita ambientale a Palazzo San Gervasio

Il circolo di Legambiente promuove il turismo ambientale per la conoscenza della natura e del territorio.

Con la lenta ripresa sociale sperando in un’uscita rapida dalla situazione del Covid, si ha il bisogno di tornare alla routine e alla scoperta del territorio. Tra i diversi obiettivi che la nostra associazione si prefigge, verso nuove forme per costruire i settori della Green Economy, attraverso la valorizzazione del turismo sostenibile.La conoscenza delle bellezze naturalistiche e sui prodotti tradizionali significa investire sul nostro futuro. Il nostro Circolo persegue anche questi obiettivi verso una scelta ecologica duratura e consapevole, in cui il turismo può diventare un vero motore di sviluppo in chiave sostenibile favorendo, attraverso un forte legame con e tra i territori, promuovendo la conoscenza dei luoghi anche delle proprie qualità naturalistiche e culturali. Per queste ed altre motivazioni, il nostro circolo, ha organizzato per il prossimo 19 giugno un’uscita ambientale a Palazzo San Gervasio.

Il comune del potentino domina gran parte della Murgia pugliese e della valle dell’alto Bradano. Nel corso della giornata sarà possibile passeggiare nel bosco Santa Giulia, esteso su una superficie di mille ettari. All’interno dello stesso, sorge il lago artificiale Lago Fontetusio, racchiuso in una conca naturale, molto amato dagli appassionati di pesca sportiva, tra alberi secolari e una fitta pineta. Per il predominante silenzio, il laghetto è il luogo ideale per la nidificazione di numerose specie di uccelli, a cominciare da cigni ed anatre. Assai piacevole è passeggiare nel bosco sopra il laghetto, alla ricerca di antiche fontane e grotte della transumanza risalenti al 1200. Il bosco è ricco di funghi cardoncelli, galletti, chiodini, mazze di tamburo in autunno e porcini a fine estate, e di asparagi in primavera. E’ possibile imbattersi in scoiattoli, qualche lupo, istrici, daini, volpi e gatti selvatici. Nel torrente Valerio, sotto il lago, vengono spesso avvistate anche le lontre.

Dopo una sosta nell’area attrezzata, consumando il proprio pranzo a sacco nel pomeriggio sarà possibile visitare la Pinacoteca D’Errico, allestita da Camillo d’Errico, mecenate lucano e collezionista. Nello contenitore culturale, è possibile dei veri e propri capolavori della pittura napoletana del ‘600 e del ‘700, incisioni a stampa del XIX secolo e preziosi libri antichi, si affiancano all’interessante mostra archeologica “I guerrieri di Palazzo”, che espone reperti provenienti da recenti scavi con ritrovamenti eccezionali. Presso la stessa pinacoteca, c'è anche una parte del museo dedicato ai Guerrieri Sanniti.

Forse per qualcuno, passeggiando per Palazzo San Gervasio, vi sembrerà di esserci già stato, per questo, potrebbe essere merito di Lina Wertmuller, che qui ha girato alcune scene del suo primo film “I Basilischi”. Suo padre, infatti, era un avvocato originario proprio di questo paese lucano.

Per partecipare all’uscita ambientale o per avere informazioni è possibile recarsi in sede il martedì e il venerdì dalle ore 20 alle ore 21 in piazza Vittorio Emanuele,23 o via email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o via canali social. Il costo è di 20 Euro per i soci e 22 Euro per i non soci Legambiente. La quota comprende: trasporto, servizio di guide, utilizzo dell’area picnic con l’uso dei servizi. Il pranzo è a sacco a carico dei partecipanti. Si consiglia un abbigliamento per outdoor.

Vi aspettiamo…..

Informazioni aggiuntive