Festa dell'albero





Una piccola pianta che un giorno sarà un albero: un gesto piccolo, ma concreto per riqualificare aree urbane degradate e abbellire le aree verdi dei nostri quartieri, contribuendo nello stesso tempo a un grande progetto di solidarietà.

  Torna puntuale il prossimo 20 e 21 novembre, l’undicesima edizione della Festa dell’Albero di Legambiente, una giornata di “piantumazione collettiva” in cui scuole e Amministrazioni Comunali sono invitate a piantare piccole piantine di alloro nei propri parchi e giardini, richiamando così l’attenzione sull’importanza di boschi e foreste per l’uomo e per l’ambiente, ancor più nell’anno dell’entrata in vigore del protocollo di Kyoto: gli alberi infatti, catturando CO2 sono un vero e proprio polmone verde per la Terra, e in più difendono il suolo dai dissesti e regolano il ciclo dell’acqua.   La Festa è dedicata ai temi della tutela del patrimonio ambientale e ai bambini, destinatari principali degli spazi verdi cittadini.   Testimonial speciale di quest’iniziativa è l’alloro (laurus nobilis): una pianta sempreverde e spontanea, gradevole e profumata che può essere coltivata in vaso, sui balconi o a terra dove può raggiungere i 10 metri.   Per l’edizione di quest’anno, Legambiente sottolinea il tema dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza dei bambini del mondo e affida alla Festa dell’Albero il compito di dare il via alla Settimana della Solidarietà a sostegno del progetto ‘Una scuola per ricominciare’.L’obiettivo è di raccogliere fondi da utilizzare per la costruzione di scuole nelle zone colpite dallo Tsunami e che ancora stentano a tornare alla normalità.   Così, domenica 20 novembre e lunedì 21 novembre, scuole, gruppi e singoli cittadini che vorranno piantumare alberi e piantine saranno i benvenuti a tutti gli appuntamenti fissati dai circoli di Legambiente. Giardini pubblici, piazze, viali, cortili scolastici e i terrazzi saranno abbelliti grazie al lavoro dei volontari che vorranno cimentarsi con vanga e annaffiatoio.   Oltre alle iniziative di piantumazione, saranno organizzati feste e punti di informazione nei luoghi che grandi e bambini abitano quotidianamente per promuovere azioni concrete per la salvaguardia del patrimonio arboreo.   In occasione della Festa, Legambiente distribuirà anche il “Manuale dell’Albero”, una guida pratica e divertente per conoscere e imparare ad amare il mondo degli alberi, la loro storia e i rischi cui sono sottoposti (incendi, deforestazione, perdita di biodiversità e la loro utilità). “Una festa dell’Albero dunque, quella del 2005, carica di molteplici significati – dice Francesco Tarantini, presidente regionale di Legambiente Puglia - perché con più alberi si può respirare meglio e combattere i cambiamenti climatici, si possono conquistare nuovi spazi per giocare, si possono scoprire nuove cose”. Per informazioni rivolgersi al Circolo di Corato

Informazioni aggiuntive