Due giorni di pace e solidarietà





Due giorni di pace e solidarietà

  Un gruppo di volontari e i sacerdoti della SMA (Società Missioni Africane) hanno vissuto un’esperienza di condivisione in città.    

Settembre è il mese dell’inizio delle attività sociali e produttive dopo la pausa delle ferie, ma è anche il periodo per rilanciare istanze sociali ed ambientali. Un insieme di associazioni laico e cristiane hanno aderito ad un progetto internazionale per la costruzione di pozzi in Niger. La situazione in quel Paese africano è complessa: tra i più poveri al mondo, con una modesta agricoltura di sussistenza, che lotta ogni giorno con la scarsità di acqua. La nostra azione non  è basata solo sulla raccolta fondi per la costruzione di pozzi nella zona di Gourmancè nel sud est del Niger, ma è un’opera di sensibilizzazione nei confronti della popolazione e delle istituzioni sociali, politiche e culturali per creare una maggiore consapevolezza dei rischi ambientali e sociali , che si possono avere in altre parti del mondo e che possono avere delle conseguenze anche da noi.   Padre Vito Girotto e Padre Gigi Maccalli della SMA (Società Missioni Africane), ci hanno spiegato che un altro mondo è possibile, ma con situazioni che vanno partecipate e vissute, perché solo condividendo il passo e la vita degli altri, si possono conoscere culture ed esperienze diverse dalle nostre. Questa è la sfida della nostra epoca, in cui le distanze si sono fortemente ridimensionate, grazie alle forme di comunicazione e di tecnologia, ricucire o provare a ridurre la frattura esistente tra le due parti di uno stesso ponte dell’umanità: quello occidentale, ricco ed opulento, e quello dei Paesi poveri, ricco di risorse e di cultura, ma soggiogato dagli interessi dell’altra parte del modo, cioè da noi. Legambiente, circolo di Corato, è stata lieta di vivere queste esperienze plurali: con altre realtà associative (Caritas e Scout ASCI) e i padri che hanno portato tracce della loro esistenza in altri Paesi e luoghi, ma anche di volti e di vita nella nostra città. Il giorno 1 settembre la Chiesa cattolica italiana festeggia la giornata del creato e noi pensiamo di averla vissuta con più voci e più esperienze e la presenza anche di alcuni sacerdoti ci fanno ben sperare in una nuova forma di consapevolezza ambientale che parta dal basso e che si possa diffondere a macchia d’olio verso scelte più sostenibili. Nel prossimo messaggio della pace del Papa, il prossimo 1 gennaio,come è stato già accennato, sarà incentrato proprio sul tema dell’ambiente e sulla sostenibilità del pianeta.   Ora, nuove attività ci spingono a riprendere la nostra azione più a dimensione locale senza perdere il focus su questo progetto internazionale che ci accompagnerà almeno fino a fine anno solare. Nel corso di questo mese ci saranno una serie di attività aperte a tutta la cittadinanza ed alle associazioni con un taglio fortemente ambientale. Il primo di questi appuntamento è fissato per l’11 settembre quando saremo in piazza Vittorio Emanuele per dare il nostro contributo al dibattito sull’opportunità di costruire un parcheggio interrato esprimendo il nostro più convinto No ad un opera che riteniamo inutile e dannosa per la nostra città.       L'ufficio stampa   Il circolo Legambiente di Corato sostiene la realizzazione di  pozzi in Niger nella zona  Gourmancé (sud-ovest). Puoi sostenere l'iniziativa attraverso bonifico bancario sul conto di SMA SOLIDALE ONLUS, Cod. IBAN: IT57 A061 7501 4170 0000 1838 280, presso la Banca CARIGE Agenzia 117, via Timavo 92/R GENOVA o effettuare il versamento sul CCP (conto corrente postale) n° 944 445 93, intestato a: SMA Solidale Onlus, Via Romana di Quarto, 179 - 16148 Genova indicando nella causale "per progetto Pozzi in Niger, cod S010". Per inf  www.missioni-africane.org  o www.legambientecorato.it  

Informazioni aggiuntive