Treno verde a Bari

Carissimi,

ad oggi, dopo avere inviato via mail la lettera in allegato a tutte le scuole elementari e medie inferiori della nostra regione ... per la visita al Treno Verde. Vi ricordo che le scuole potranno visitare il Treno Verde solo nei giorni 2 e 3 marzo di mattina dalle ore 8.30 alle 13.30. Il Treno Verde rappresenta una bella esperienza formativa per studenti e insegnanti: quest'anno i vagoni sono attrezzati con mostre interattive che, attraverso video, pannelli, giochi e touch screen presentano il tema dell’agricoltura e dell’alimentazione in chiave sostenibile, per promuovere nuovi stili di vita più rispettosi dell’ambiente. Pertanto chiedo, soprattutto al circolo di Bari e provincia, di impegnarvi per far visitare il Treno Verde a quante più classi possibili.

Il Presidente Francesco Tarantini

 

 

 

LEGAMBIENTE Comitato Regionale Pugliese Bari,

11 febbraio 2015

Ill.mi Dirigenti scolastici

Oggetto: Invito per le classi a partecipare al Treno Verde 2015.

 

Gentile Dirigente scolastico,

Ritorna anche quest’anno il Treno Verde di Legambiente, storica campagna arrivata alla sua ventisettesima edizione in collaborazione con Ferrovie dello Stato Italiane e Ministero delle Politiche Agricole e Forestali e con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Il convoglio, ospita a bordo una vera e propria mostra per la formazione e la sensibilizzazione dei cittadini di tutte le età: i vagoni sono attrezzati con mostre interattive che, attraverso video, pannelli, giochi e touch screen presentano il tema dell’agricoltura e dell’alimentazione in chiave sostenibile, per promuovere nuovi stili di vita più rispettosi dell’ambiente. Abbiamo previsto un percorso preparatorio alla visita a bordo che consentirà alle classi partecipanti di ricevere in anticipo via mail il percorso didattico Ricominciamo dalla A, Agricoltura, Ambiente, Alimentazione per favorire l’acquisizione di consapevolezza, da parte dei ragazzi, dello stretto legame esistente fra cibo e produzione agricola e delle conseguenze sull’ambiente e la salute delle scelte dei consumi alimentari. Al massimo entro 10 giorni dalla data della visita vi chiediamo di compilare insieme agli studenti il questionario allegato, che ci aiuterà a comporre uno studio sulle abitudini alimentari e la conoscenza delle tematiche legate all’agricoltura. Immagine Il viaggio del Treno Verde lungo la Penisola, in questa edizione, farà tappa anche a BARI nei giorni 2-3 marzo 2015 e sosterà nella stazione di BARI al Binario I Ovest Anche la sua classe può salire a bordo! La visita, guidata da animatori ambientali, ha una durata di 60 minuti ed è gratuita. Prima della visita riceverete via mail una scheda riassuntiva dei contenuti della mostra. Per permettere a tutti l’accesso vi chiediamo di segnalare al circolo di Legambiente l’eventuale presenza di ragazzi con disabilità motorie in modo da potersi organizzare insieme a Trenitalia per agevolare la loro visita a bordo. Si può prenotare la visita telefonando alla Legambiente Puglia tel. 080.5212083 o mandando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro e non oltre giovedì 26 febbraio 2015. Le visite guidate con le scolaresche si possono effettuare di mattina dalle ore 8.30 alle ore 13.30. È doveroso far presente agli accompagnatoti di rispettare gli orari di visita. In attesa di conoscerci sul nostro convoglio ecologico, La saluto cordialmente.  

 

Francesco Tarantini

 

 

 

 

 

 

Una città più vivibile e sostenibile

Una città più vivibile e sostenibile
Le opportunità della Festa dell’Albero tra criticità e possibilità di sviluppo dell’ecosistema urbano.

La festa dell’albero quest’anno sta avendo un vero e proprio boom nella nostra città come nel resto della Penisola.

Leggi tutto...

Benvenuti alla festa dell'albero 2013

 

 

 

Benvenuti alla festa dell’albero 2013


Ogni albero ha la sua vita e talvolta rappresenta una zona,un’area o un territorio. Quest’anno il tema della festa dell’albero è “ Il giardino dell’accoglienza”. Il mondo è plurale e vogliamo  ricordare i diritti dei migranti, perché possano essere rimossi tutti gli ostacoli legislativi e culturali che impediscono ancora il dialogo tra culture diverse. La natura ci insegna che le specie arboree si adattano e vivono in altri paesi, così dovrebbe essere anche per l’uomo.
E’ da lontano che nasce questa festa e che Legambiente a Corato ed in tutta Italia vuole dare un nuovo e rinnovato impulso. In Italia la prima "Festa dell'Albero" fu celebrata nel 1898 per iniziativa dello statista Guido Baccelli quando ricopriva la carica di Ministro della Pubblica Istruzione. Nella legge forestale del 1923 essa fu istituzionalizzata nell'art. 104 che recita : "e' istituita la festa degli alberi, essa sarà celebrata ogni anno nelle forme che saranno stabilite di accordo fra i ministri dell'economia nazionale e dell'istruzione pubblica" con lo scopo di infondere nei giovani il rispetto e l'amore per la natura e per la difesa degli alberi. Nel 1951 una circolare del Ministero dell'Agricoltura e delle Foreste stabiliva che la "Festa dell'Albero" si dovesse svolgere il 21 novembre di ogni anno, con possibilità di differire tale data al 21 marzo nei comuni di alta montagna; la celebrazione si è svolta con regolarità e con rilevanza nazionale fino al 1979.  Si ritiene che la "Festa dell'Albero", sebbene risalga a più di un secolo fa, mantenga il valore delle sue finalità, oggi sempre più attuali, per creare una coscienza ambientalista sia nella società che nelle generazioni future. Questo evento,infatti, rappresenta molto spesso l'unica occasione per molti cittadini e giovani studenti di compiere un'azione concreta per la difesa, l'incremento e la valorizzazione della funzione essenziale del patrimonio arboreo e boschivo nazionale per la collettività,viste la situazione del verde urbano non proprio in buono stato. L'albero oggi non è più sentito dal cittadino moderno come elemento fondamentale per la vita, in quanto fonte di energia calorica o elemento strutturale indispensabile anche per le abitazioni;  e non è nemmeno più sentito come un elemento decorativo, edonistico, capace di valorizzare lo status sociale legato ad una gratificazione data dal piacere di possedere un oggetto "vivente".  All'entrata in vigore del protocollo di Kyoto, i vegetali e gli alberi, in quanto contribuiscono a ridurre i gas serra, tornano nuovamente ad essere alleati strategici dell'uomo per garantirgli la sopravvivenza sul pianeta Terra. Con Legge entrata in vigore proprio quest’anno le amministrazioni locali devono piantumare gli alberi a tutti i bambini nati nel corso dell’anno.  Vogliamo dedicare i nuovi alberi a tutte le bambine e i bambini nati in Italia da genitori stranieri perché purtroppo nascere figli di genitori stranieri nel nostro Paese non significa ancora esserne cittadini. Questa campagna anche quest’anno promossa da Legambiente,parte dalle scuole, dai cittadini,dai luoghi di incontro e di aggregazione, dove si fa e si promuove la cultura e la conoscenza, si articola in una serie di manifestazioni che ogni realtà organizza venendo incontro al proprio contesto ed alle rispettive esigenze.  Con questa campagna investiamo in natura per il nostro futuro ,speriamo che ciascuno faccia il proprio dovere. Gli alberi ci insegnano che possiamo integrarci,adattarci ed avere cittadinanza in qualsiasi angolo del nostro Pianeta.

Corato, 20/11/2013           Giuseppe Faretra                       Giuseppe De Leo
                                   Coordinatore della campagna        Presidente del Circolo

 

Corato: Calendario festa dell’albero  2013       (programma provvisorio)
Dal 21 novembre al 31 gennaio 2014

28/11/2013 Scuola DI Francia    giardino                           canti+animazione did.

04/12/2013     Comprensivo Tattoli  (su 2 plessi)   giardino  animazione didattica

05/12/2013      Scuola Cesare Battisti    giardino           animazione didattica

Prossimo evento :


19/12/2013        Scuola Fornelli     giardino                  animazione didattica

 

 

 

XX edizione di Puliamo il Mondo

 

XX edizione di Puliamo il Mondo

Il 30 settembre i cittadini,le associazioni e i volontari di Legambiente libereranno l’area neolitica di San Magno. Ormai è tutto pronto per la XX edizione di Puliamo Il Mondo. E’ la versione italiana del più grande evento di volontariato ambientale nel mondo. Il 30 settembre i cittadini si daranno appuntamento per trascorre insieme una domenica ambientalista che ci vedrà impegnati a ripulire e a recuperare l’area neolitica di San Magno ricadente all’interno del Parco dell’ alta Murgia attraverso azioni sostenibili volte alla raccolta dei rifiuti abbandonati. delle aree urbane per valorizzare un’importante area, scarsamente conosciuta e per preservarla dall’abbandono dei rifiuti. L’iniziativa si svolgerà in collaborazione con l’Archeoclub e l’ASIPU di Corato, con il patrocinio dell’Ente Parco dell’Alta Murgia,insieme con varie realtà sociali, ma a farla da padrone saranno ancora una volta i singoli cittadini insieme ai volontari dei circoli locali di Legambiente, attraverso azioni semplici ma efficaci che, se prolungate nel tempo, potranno produrre un reale e vero cambiamento. L’appuntamento è domenica 30 settembre alle ore 8,30 davanti all’istituto tecnico commerciale “Tannoia” come luogo di raduno per arrivare a San Magno per le ore 9,30 circa. Sono previste visite guidata anche nell’area a cura dell’Archeoclub.La giornata si articolerà in quattro momenti:guida neviera;  pulizia neviera guida tombe; pulizia tombe Per chi volesse partecipare, si prega di dare un cenno di adesione per una ottimizzazione dei mezzi di trasporto e della logistica,ai riferimenti indicati sul manifesto allegato. “Puliamo il Mondo” sono stati presentati da Francesco Tarantini, Presidente Legambiente Puglia, Lorenzo Nicastro, Assessore alla Qualità dell’Ambiente della Regione Puglia e Cesare Veronico, Presidente Parco Nazionale dell’Alta Murgia. “Con la ventesima edizione di Puliamo il Mondo – spiega Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia – vogliamo dimostrare che c’è una Puglia che ama la sua terra ed è consapevole di quanto sia importante adottare uno stile ecoso-stenibile e produrre meno rifiuti. Il volontariato – continua Tarantini ̶ è un’immensa ricchezza, una risorsa importante per l’intera comunità dove la coesione sociale, la bellezza dei luoghi e la qualità ambientale possono essere le chiavi vincenti per rilanciare il nostro Paese”. Quest’anno l’edizione di Puliamo il Mondo è dedicata non solo al tema dei rifiuti (riduzione, raccolta differenziata, riciclo e riuso) ma anche alla valorizzazione del nostro straordinario patrimonio culturale della nostra Murgia. “Il Parco Nazionale dell'Alta Murgia ̶ dichiara Cesare Veronico, presidente del Parco dell’Alta Murgia, in occasione del lancio della 20esima edizione di Puliamo il Mondo ̶ ha adottato naturalmente il progetto di Puliamo il Mondo, sostenendolo concretamente con uno stanziamento di fondi che saranno impiegati per la pulizia dei cigli delle strade che attraversano il territorio. Al di là di questo obiettivo concreto vi è la volontà di richiamare sul nostro patrimonio l'attenzione dei cittadini, dei media e soprattutto dei Comuni. Questi ultimi hanno il dovere di occuparsi della pulizia anche nei territori extraurbani. Stiamo intervenendo per risolvere situazioni emergenziali e riteniamo di poter contribuire, anche in questo modo, a quell'educazione ambientale che trova sempre maggiore attenzione nelle nuove generazioni che, sono certo, non faranno mancare il loro apporto in questa occasione”. “E’ da venti anni che Puliamo il Mondo- ha dichiarato il presidente del circolo Legambiente “Angelo Vassallo”, Beppe De Leo- porta concretamente le istanze dei cittadini per un ambiente più pulito e delle risorse naturalistiche maggiormente fruibili” Nei prossimi giorni comunicheremo le date per la giornata per le scuole di Corato. L’ufficio stampa Come raggiungerci: Direzione Foggia: - prendere la sp231 (ex 98) uscita Minervino-Spinazzola- Castel del Monte:alla rotonda direzione Castel del Monte; - dopo 5 km superare la rotonda direzione Castel del Monte, -dopo km 2,8 girare a sinistra strada provinciale 19 direzione San Magno(Sarà presente una bandiera Legambiente) e proseguire per km 7,4. - Arrivo nell’area di raduno. Direzione Bari: -prendere la sp231(ex 98) prendere uscita dopo la pompa di benzina zio Cataldo /Caseificio Pugliese,girare a destra, all’imbocco a sinistra proseguire costeggiando la complanare lato monte per circa 1 km fino al ponte,girare a destra proseguire e girare alla seconda uscita a destra alla rotonda; - proseguire su via San Magno per circa 13 km. - Arrivo nell’area di raduno. Da Corat -prendere via Castel del Monte,superare il ponte ,proseguendo e girando alla seconda uscita a destra alla rotonda; - proseguire su via San Magno per circa 13 km. - Arrivo nell’area di raduno. Hanno già aderit singoli cittadini provenienti da varie città,parrocchia Santa Maria Greca, movimento dei focolarini- Corato, gruppo scout ASCI-Parrocchia San Francesco, gruppo scout AGESCI, Vespa Club, Pro Loco Quadratum, Archeoclub, Rifondazione,Centro Mini-Basket Casillo, Brigata solidarietà attiva. Attrezzatura consigliata: scarpe chiuse e comode;borraccia( visto che la giornata si prevede coperta, ma con temperatura intorno ai 32°),volendo anche macchina fotografica e binocolo. Sarà fornito ai partecipanti il kit per la pulizia.

Informazioni aggiuntive