Pedalando 2023: settimo anno





Pedalando 2023: settimo anno

La manifestazione continua a proporre la conoscenza del territorio a ritmo lento per vedere gli angoli che meritano di essere riscoperti.

Ritorna come ogni anno l’evento “ Pedalando con i santi”, che rientra nel programma dei festeggiamenti del Santo Patrono della nostra città.

 

Ogni anno nel corso della mattinata della domenica dopo Ferragosto, inforcando una bicicletta è possibile a ritmo lento per vedere e visitare i monumenti storici e naturalistici della nostra città. L’appuntamento è domenica 20 in piazza Cesare Battisti alle ore 7,30 , dopo il raduno i non soci di Legambiente dovranno sottoscrivere una liberatoria per la partecipazione e i minorenni dovranno essere accompagnati da un maggiorenne. La manifestazione non è agonistica ed è gratuita. Quest’anno il percorso si articola nella visita lungo i tratturi nel tratto nell’area di Santa Lucia. Quest’anno i partecipanti alla manifestazione visiteranno anche un’azienda olearia della famiglia Petrizzelli. Marianna Acquaviva , presidente, tra l’altro, dell’Associazione di Terre di Coratina, guiderà i partecipanti nella conoscenza dell’oro verde che proviene dalla nostra cultivar autoctona per odori e tipologie di sapori del nostro olio e tutto l’amore e la sapienza per ottenerne un buon prodotto che è stato classificato ormai come un nutrialimento per gli studiosi delle scienze dell’alimentazione. La manifestazione si concluderà con l’arrivo in chiesa Matrice con un saluto alla statua di San Cataldo.

“ Ormai Pedalando con i Santi si sta consolidando come manifestazione popolare – esordisce il presidente del circolo di Legambiente Giuseppe Faretra- si avvale della collaborazione dei propri volontari, dei cittadini , della Deputazione e quest’anno del Patrocinio dell’ Amministrazione Comunale, crescendo ogni anno nella partecipazione e nell’interesse, segno che la conoscenza del territorio a ritmo lento utilizzando una bicicletta è fondamentale per esplorare la nostra città nelle sue bellezze storico – naturalistiche. Ogni anno abbiamo proposto la visita di ambienti di diversi-conclude il presidente - questo significa che il nostro territorio ha molto da dare e c’è molto da fare per divulgare la conoscenza della bellezza nella nostra città”.

Informazioni aggiuntive