Pedalando con i santi e i titoli alla scoperta di una parte del territorio ignoto





Pedalando con i santi e i titoli alla scoperta di una parte del territorio ignoto

La manifestazione organizzata da Legambiente e Pro Loco Quadratum ha voluto valorizzare la presenza dei titoli nell’agro coratino.

 

Quattordici chilometri all’interno del territorio comunale per conoscere i titoli, monumenti in pietra, che delimitavano le aree interessate alla transumanza con le parti interessate alle coltivazioni.

 

Questi rappresentano le tracce della nostra storia che, nei secoli, ha lasciato una memoria di una presenza di un fenomeno, a cui le due associazioni Legambiente e Pro Loco hanno posto l’attenzione dell’opinione pubblica della conoscenza de visu, utilizzando la bicicletta come mezzo di trasporto, dolce, lento, che permette la conoscenza e l’esplorazione del territorio. Trenta partecipanti di ogni età alle 8 del mattino partendo da Palazzo San Cataldo- Palazzo di città- provenienti, anche da fuori Corato, hanno inforcato la bicicletta per le strade urbane e periurbane per conoscere una parte dei segni della nostra storia. Il percorso è terminato in Chiesa Matrice dove i partecipanti si sono fermati davanti al busto argenteo di San Cataldo, per un breve momento di ringraziamento e di piccola preghiera collettiva e spontanea, prima della messa pontificale, presieduta da Monsignor Arcivescovo Monsignor Leonardo D’Ascenzo. La manifestazione è stata inserita all’interno dei festeggiamenti del Santo Patrono, come un evento fuori programma per il secondo anno, confermando di essere diventato un momento innovativo nel corso della festa patronale. Di questo se ne sono accorti i Media che hanno promosso l’evento sul web: dalla Nuova Ecologia, passando a Lo Stradone, che nel corso degli anni si sta occupando dei titoli, sia nella versione cartacea che online, a Coratolive, fino al servizio televisivo del giornalista Giovanni Di Benedetto su Telenorba. Tutto questo è stato è possibile creando una serie di sinergie nel territorio tra associazioni come Legambiente e Pro Loco, Zona Pastorale e Comitato Feste Patronali, e lo IAT- l’infopoint turistico di piazza Sedile, la presenza di volontari delle associazioni e Giuseppe Magnini che con la sua accalorata verve di cultore della storia locale, ha presentato i due titoli presenti nel percorso. Un ringraziamento particolare alla Misericordia e agli organi Polizia e Vigili Urbani che hanno permesso l’evento. Prossimamente nel canale Youtube di Legambiente saranno pubblicati momenti più importanti con le spiegazioni essenziali dei monumenti. Arrivederci alla prossima edizione della manifestazione Pedalando con i Santi.

Informazioni aggiuntive