La missione di Legambiente a Corato

  • Stampa




La missione di Legambiente a Corato

Trent’anni di attività nel campo socioambientale.

 

Da trent’anni Legambiente opera anche nella realtà cittadina locale di Corato. L’associazione ambientalista è nata per dare un’impronta ecologica nel contesto urbano in un’ottica, non solo di conservazione della biodiversità, ma della promozione delle buone pratiche come una nuova prospettiva ecologica delle interrelazioni tra: situazioni, problematiche e possibili soluzioni con un approccio e metodo scientifico. Nel corso del trentennio l’associazione ha visto un approccio amministrativo che ha cercato di curare il presente, senza avere una vera e propria vision di media e lunga durata. Nell’ orientamento urbanistico la città ha visto l’abbattimento nel corso di un quarantennio alcuni palazzi neoclassici nell’anello del corso cittadino e rendendo disomogenea l’area, in cui diverse zone tutt’oggi necessitano di interventi di ripristino, specie promuovendo lavori di ristrutturazione del patrimonio edilizio, secondo i canoni dell’efficienza energetica e tecnologica. Il verde pubblico manca di un regolamento che possa essere uno strumento di gestione, di strutturazione e di organizzazione anche in un sistema integrato all’interno e di continuazione con l’area parco dell’Alta Murgia. La città ha anche patrimonio protostorico come: il dolmen e le tombe di San Magno, dove è necessario creare un percorso turistico integrato, vista la posizione geografica della città come una “cerniera” tra l’entroterra e il mare tra l’area metropolitana di Bari e la provincia di Barletta Andria Trani. Su questi e su altri campi di azione socioambientale, il circolo di Legambiente Angelo Vassallo di Corato, non mancherà di dare il proprio contributo cercando di interagire con le istituzioni, cittadini, scuole e realtà sociali cercando, quando possibile, creare interazioni positive anche nel campo della comunicazione e dell’interazione ambientale come un volano per motivare i cittadini ed istituzioni verso stili di vita più sostenibili.