Costituzione del Comitato di difesa dall'ELETTRODOTTO

  • Stampa




Ai membri del  COMITATO  Via Massarenti - Via Prenestina: VENTURA Vito, MINTRONE Michele, BUCCI Lidia, DI CHIO Vito, SARDANO Maria Pia, LASTELLA Luigi, TARANTINI Nicola, BUCCI Gino, BUCCI Francesco, ARDITO Felice, ARDITO Filippo, SAVINO Pietro, VENTURA Italia, TARRICONE Anna Maria

 


Corato, 22 Maggio 2003-05-23

 

 

Oggetto: Costituzione del Comitato di difesa dall'ELETTRODOTTO "VIA MASSARENTI - VIA PRENESTINA" - Corato

 

In data odierna si è costituito formalmente presso la sala condominiale di Via E. Mattei 1/E  il Comitato di difesa dall'ELETTRODOTTO "VIA MASSARENTI - VIA PRENESTINA" - Corato con una riunione dei rappresentanti,  la nomina dei portavoce di detto comitato (V. Di Chio e V. Ventura), con l'approvazione dello Statuto  e la discussione di iniziative da prendere.

 

Presenti alla riunione  sono stati anche i rappresentanti di Lega Ambiente - Corato che hanno riferito sull'approvazione ed il sovvenzionamento da parte del Comune di Corato  del monitoraggio del campo elettromagnetico causato dall'elettrodotto da 150 Kv che attraversa tutto il quartiere densamente abitato di Via Massarenti-Via Prenestina, hanno inoltre puntualizzato che un impegno attivo dei comitati può portare a  risultati confortanti , come per es. quelli ottenuti dai comitati  di Via Trani e della Murgetta  riguardanti la tutela della salute dei cittadini.

 

Il comitato si propone di sensibilizzare la cittadinanza e i rappresentanti politici sul diritto alla salute anche delle molte famiglie  che vivono nelle immediate vicinanze dell'elettrodotto "VIA MASSARENTI - VIA PRENESTINA", un quartiere che non è più alla periferia, ma nel contesto vivo di una città che si espande.

 

Anche questi cittadini chiedono che ciò che Tribunali italiani - come pes es. il Tribunale di Venezia con una ordinanza del 14 aprile 2003, n. 214 Elettrosmog - pongono  in evidenza, sia esteso ed attuato anche qui a Corato - e cioè l'impegno serio per la tutela della salute e del diritto di vivere in un ambiente salubre, eliminando o diminuendo il pericolo reale proveniente dalla vicinanza inquietante di grandi elettrodotti come quello di Via Massarenti - Via Prenestina. In questo quartiere vivono molti bambini, ci sono scuole, c'è una villa comunale, ci sono centri sportivi per i giovani.

 

La scienza conferma tutt'oggi - e nessuno ha potuto smentire questo fatto -  che "la continuazione all'esposizione a valori superiori a 0,4 microtesla possa comportare rischio di leucemia per i bambini".