Spunti per un dibattito diffuso per una Corato più a misura di uomo e sostenibile





Spunti per un dibattito diffuso per una Corato più a misura di uomo e sostenibile

Legambiente contribuisce al dibattito civile, democratico ed ambientalista della nostra città.

La primavera, si sa, porta sempre una ventata di nuovo: quest’anno, la primavera coratina si caratterizzerà anche per gli avvicendamenti nell’Amministrazione comunale. A tal proposito, il locale Circolo di Legambiente “Angelo Vassallo” ha messo a punto un elenco di quesiti su cui vorrebbe raccogliere le posizioni e le opinioni dei singoli Candidati sindaci, in un incontro condiviso il prossimo maggio.

 

I temi su cui vertono i quesiti sono quelli cari all’ambientalismo scientifico dell’Associazione: rifiuti, qualità dell’aria, mobilità sostenibile. L’approccio partecipativo e di cittadinanza attiva portato avanti da sempre da Legambiente vuole creare l’occasione e fornire spunti per un dibattito più diffuso su questioni che toccano da vicino la qualità della vita di ciascun cittadino, ma che spesso non hanno ricevuto l’attenzione che meritavano nel dibattito sul presente e sul futuro della nostra Città. Regolarmente, pubblicheremo un elenco di punti per innescare un sano confronto su stili di vita e scelte amministrative più consapevoli e più sostenibili.

Il Circolo, inoltre, è molto attivo nella raccolta di buone pratiche da territori limitrofi e non ed è pronto a condividere questa esperienza.

Il primo punto da cui partire per ripensare al futuro della nostra Città riguarda la chiusura del ciclo dei rifiuti. Da una parte, è sotto gli occhi di tutti che la raccolta differenziata porta a porta, per essere pienamente efficace, deve essere accompagnata anche da una seria attività formativa e di sensibilizzazione alla popolazione, che non può limitarsi invece a cartellonistica pubblicitaria in idioma locale. L’attività formativa va poi affiancata anche a iniziative di incentivazione. Su questo, vari Comuni hanno già attivato diverse soluzioni. Un secondo tema su cui riflettere per riconsiderare le modalità di fruizione del paesaggio urbano è la mobilità sostenibile.

Le piste ciclabili, per come furono progettate e gestite, non hanno portato ad un radicale cambiamento nelle abitudini di spostamento nella nostra Città. Occorre ripensarle, renderle più sicure, interrogarsi su come contemperare le diverse esigenze di cittadini e di altre categorie. Anche in questo caso, sono già attivi in diverse città sistemi per incentivare l’uso della bicicletta. Naturalmente, il tema delle piste ciclabili è solo uno degli aspetti della mobilità sostenibile. Gli altri verranno approfonditi nei prossimi comunicati.

L’ultimo tema di questo primo comunicato finalizzato a raccogliere le opinioni e le idee dei Candidati sindaci e ad aprire un confronto più consapevole sulla nostra Città riguarda l’edilizia sostenibile e la qualità dell’edilizia scolastica. È quanto mai urgente verificare quali le reali condizioni del patrimonio scolastico, quali azioni avviare per la sua messa in sicurezza e maggiore sostenibilità. Ad un livello più generale, invece, occorre interrogarsi in che modo gestire la crescita edilizia e come incanalarla su sentieri più virtuosi. Anche in questo caso, vi sono già soluzioni e sistemi di incentivi che hanno prodotto risultati in altri contesti e che, opportunamente adattati, potrebbero portare a benefici di lungo termine.

Il circolo “Angelo Vassallo” è piacevolmente sorpreso dalla recente attenzione manifestata dalla politica locale ai temi ambientali e si propone di dare il proprio contributo affinché questo entusiasmo resti vivo a lungo termine.

 

Continua....

 

Informazioni aggiuntive